marzo 05, 2019 - Honda Auto

Honda punta in Europa al passaggio completo ai propulsori elettrici entro il 2025

  • Honda annuncia una nuova sfida, quella di commercializzare nel mercato europeo, entro il 2025, vetture spinte esclusivamente da propulsori elettrici.
  • L’anteprima di Honda e-Prototype segna lo step successivo nel passaggio alla tecnologia elettrificata della Casa nipponica.
  • Honda annuncia lo sviluppo in Europa di un nuovo sistema di gestione dell’energia.
  • Annunciate due nuove partnership: con Moixa, società specializzata in tecnologie di tipo “Resource Aggregator”, e con Ubitricity, leader nelle soluzioni di ricarica.

Honda ha annunciato quest’oggi a Ginevra la sua ulteriore accelerazione nel campo della propulsione elettrica. La Società giapponese ha infatti dichiarato l’intenzione di commercializzare in Europa, entro il 2025, esclusivamente vetture dotate di propulsori elettrici. Questa nuova sfida, ben più ambiziosa del precedente obiettivo di commercializzare solo i due terzi del totale, fa sì che Honda sia in prima linea nella trasformazione a livello mondiale verso l’elettrificazione, annunciata con la sua Visione 2030.

Prendendo la parola alla conferenza stampa di oggi, Tom Gardner, Senior Vice President, Honda Motor Europe, ha commentato: “...dalla promessa iniziale fatta a marzo di due anni fa, il passaggio alla propulsione elettrica ha segnato una spinta considerevole. Le sfide ambientali continuano a orientare la domanda verso una mobilità più pulita. La tecnologia continua la sua marcia incontrovertibile, e le persone iniziano a cambiare la loro visione dell’auto”.

Introduzione di Honda e-Prototype

Honda e-Prototype è la riprova dell'ambizione Honda di passare alla propulsione elettrica. In anteprima assoluta a Ginevra, la Casa nipponica mostrerà il suo primo veicolo elettrico di serie dedicato al mercato europeo. Nelle forme di una compatta utilitaria, il modello vanta un’autonomia ai vertici della categoria di oltre 200 km e una funzione di “ricarica veloce” capace di arrivare all’80% in soli 30 minuti. Vanta inoltre delle dinamiche di guida caratteristiche della Casa del Sol Levante, con una trazione posteriore sportiva. La produzione in serie di Honda e-Prototype sarà avviata nella seconda metà dell’anno. Registrandosi sul sito web ufficiale di Honda, i clienti potranno fin da ora ricevere aggiornamenti e, a partire dai mercati più significativi, prenotare l’auto già dall’inizio dell'estate. Ad oggi Honda ha ricevuto 15.000 registrazioni di interesse per la e-Prototype.

Ulteriore introduzione della tecnologia Full Hybrid

A inizio 2019, Honda ha lanciato il nuovo CR-V Hybrid dotato della tecnologia i-MMD Full Hybrid a due motori. La Casa nipponica prevede che la tecnologia Full Hybrid avrà un ruolo chiave nella commercializzazione del 100% delle vetture con propulsori elettrici entro il 2025.

Honda annuncia lo sviluppo in Europa di un nuovo sistema di gestione dell’energia

In occasione della conferenza stampa di Ginevra, Honda ha svelato i primi dettagli delle soluzioni che sta attualmente sviluppando per la gestione dell’energia in Europa. L’annuncio presenta lo stadio successivo del Concept di ricarica bidirezionale alla base del sistema Power Manager, mostrato in anteprima al Salone di Francoforte nel 2017.

Honda intende sviluppare un portafoglio di prodotti e servizi per la gestione dell’energia, offrendo una soluzione completa per clienti ed operatori EV in Europa.

Tom Gardner ha commentato: “Questo è un passo fondamentale per Honda: con il lancio dei servizi per l'energia, intendiamo dare vita a un’innovazione in grado di segnare il mercato. Vogliamo creare valore a vantaggio degli operatori del settore dei sistemi di propulsione e per i clienti EV”.

Honda è al lavoro sulla EVTEC al fine di sviluppare ulteriormente la tecnologia bidirezionale Power Manager (compatibile con i veicoli a batteria elettrica, come Honda e-Prototype) e ha in programma di commercializzarne una versione nei prossimi anni.

La Casa ha inoltre annunciato un accordo con due partner esterni:

- Moixa, una società specializzata in tecnologie di tipo ‘resource aggregator‘, che permettono ai clienti di trarre beneficio dalla condivisione del controllo e della capacità della propria batteria EV.

- Ubitricity, un fornitore leader di soluzioni di ricarica, che sta sviluppando un approccio innovativo alle ricariche elettriche nelle aree urbane.

Il passo successivo sarà quello di avviare studi di fattibilità per tali tecnologie a Londra (Regno Unito) e Offenbach (Germania). Ulteriori sviluppi saranno annunciati nella seconda metà dell’anno.

Note per i redattori:

Informazioni su Moixa

Moixa (www.moixa.com) è leader del mercato delle batterie intelligenti nel Regno Unito. Produce batterie intelligenti e software GridShare per la gestione delle ricariche intelligenti delle batterie e dei veicoli elettrici. GridShare® gestisce oltre 50MWh di batterie residenziali in 6.000 abitazioni nel Regno Unito e in Giappone, dando vita a una delle più grandi centrali elettriche virtuali. Il software si avvale della IA per imparare a ottimizzare le ricariche quotidiane, sfruttare le risorse a basse emissioni di carbonio e tariffe orarie. La piattaforma GridShare permette inoltre alle utenze di aggregarsi e gestire il proprio parco di batterie e veicoli elettrici per offrire servizi di flessibilità nei mercati ausiliari.

Moixa è stata recentemente selezionata, tra 13.900 contendenti, quale società Global Cleantech 100 e ha raccolto fondi per oltre £16m negli ultimi due anni, tra cui investimenti da parte di primarie aziende giapponesi. La società vanta un impareggiabile palmares di innovazioni nel campo dello stoccaggio dell’energia, maturato in oltre 12 anni di ricerca con £6m di sovvenzioni e progetti pilota, e detiene oltre 20 brevetti per tecnologie chiave di aggregazione, stoccaggio intelligente e ottimizzazione dei veicoli elettrici.

Informazioni su Ubitricity

Ubitricity – Gesellschaft für verteilte Energiesysteme mbH: L’obiettivo di Knut Hechtfischer e Frank Pawlitschek quando hanno fondato Ubitricity nel 2008 è stato di permettere la ricarica dei veicoli elettrici (EV) usando energie da fonti rinnovabili ovunque esse siano parcheggiate. Oggi, la Società è uno dei fornitori leader di soluzioni intelligenti di ricarica EV. Ubitricity unisce esperienza e competenze tecniche, come lo sviluppo del contatore elettrico mobile, con possibilità di digitalizzazione. Frutto di tutto ciò sono punti di ricarica più convenienti e tecnicamente più semplici, che consentono un’ampia espansione dell’infrastruttura di ricarica attraverso i lampioni. Questo approccio risolve inoltre la difficoltà della fatturazione per veicolo specifico nell’ambito della gestione delle flotte e degli immobili. I contatori elettrici mobili consentono inoltre di trasformare gli EV in riserve intelligenti per la rete elettrica: un componente chiave per lo sviluppo delle energie rinnovabili. www.ubitricity.com

News correlate


marzo 05, 2019 story Lulop Story

Automotive Green