settembre 10, 2019 - Honda Auto

Honda annuncia ulteriori piani sul percorso di elettrificazione in Europa

  • Honda ha annunciato i prossimi passi della sua “Visione Elettrica” per il mercato europeo
  • Debutto della versione di serie di #honda e
  • Confermata la sola motorizzazione ibrida per la Jazz di nuova generazione
  • Ulteriori dettagli sui sistemi di gestione dell’energia sviluppati per il mercato europeo, disponibili a partire dal 2020

Sono numerosi gli annunci fatti da #honda al Salone di Francoforte, dove ha fornito maggiori dettagli sulla “Visione Elettrica” messa a punto per il mercato europeo. 

La “Visione Elettrica” rappresenta l’obiettivo di commercializzare nel mercato europeo, entro il 2025, esclusivamente modelli con tecnologia elettrificata. Il primo passo di questo percorso è stato il lancio del CR-V Hybrid all’inizio del 2019, seguito dalla presentazione del prototipo di #honda e al Salone di Ginevra lo scorso marzo. Ora finalmente, a Francoforte, la versione di serie di #honda e ha fatto il suo debutto ufficiale.

Katsushi Inoue, Chief Operating Officer e Presidente di #honda Motor Europe, ha commentato: “Oggi, con l’anteprima mondiale della versione di serie di #honda e, la “Visione Elettrica” di #honda per il mercato europeo ha compiuto un ulteriore balzo in avanti. #honda e è una City Car unica in perfetto stile #honda, grazie alle straordinarie prestazioni ed agli avanzati livelli di connettività”.

Durante la prima apparizione di #honda e, il Vicepresidente Senior di #honda Motor Europe, Tom Gardner, ha colto l’occasione per divulgare maggiori informazioni sulla prossima novità prevista dalla Casa Giapponese: “Nel 2020, #honda introdurrà la Jazz di nuova generazione e possiamo confermare che, in Europa, il modello sarà dotato della tecnologia ibrida. In linea con i nostri obiettivi di elettrificazione, questa motorizzazione sarà la sola disponibile per il mercato europeo”.

La “Visione Elettrica” di #honda, però, non si limita alle #auto. Al Salone di Ginevra, #honda aveva confermato l’intenzione di entrare nel mercato elettrico con una serie di sistemi per la gestione dell’energia e della ricarica di prodotti EV. A Francoforte, la Casa Giapponese ha previsto delle dimostrazioni pratiche per far conoscere il funzionamento delle nuove tecnologie sviluppate a supporto della ricarica di vetture elettriche, pensate anche per quei clienti che non dispongono di un’area privata o di parcheggi dedicati ai veicoli EV.

Honda Power Charger

Per gli utenti che hanno la possibilità di ricaricare la City Car in aree private, #honda lancerà il Power Charger, un sistema in grado di offrire un ottimale attacco CA che si può montare a parete o su piedistallo e offre un output massimo di 7.4 kW (monofase) o 22 kW (trifase). Ciò permetterà ai proprietari di #honda e di fare una ricarica completa in 4,1 ore*, con un’alimentazione a 32 Amp. Tempi decisamente più rapidi rispetto a una presa standard.

Soluzione per la ricarica in città, in collaborazione con Ubitricity

Una delle difficoltà di chi è al volante di un'auto elettrica in contesti urbani è la carenza di colonnine di ricarica. Per superare il problema, #honda, in collaborazione con gli specialisti Ubitricity, ha sviluppato un’intelligente soluzione di approvigionamento energetico.

Tale tecnologia prevede l’integrazione dei punti di ricarica direttamente nei lampioni dell’illuminazione stradale e l’uso di un apposito cavo, dotato di contatore digitale, per associare i costi di ricarica al cliente, che non dovrà così sottoscrivere contratti con più fornitori.

Honda Power Manager Prototype

Honda Power Manager Prototype rappresenta il primo sistema bidirezionale che collega i veicoli a una rete elettrica intelligente. Questa tecnologia "vehicle-to-grid" consente la raccolta e la distribuzione di energia elettrica tra i veicoli elettrici e la rete per bilanciare in modo innovativo la domanda e l'offerta di energia e sfruttare al meglio le fonti rinnovabili.

Lo sviluppo di queste funzioni di ricarica integrerà ulteriormente i veicoli elettrici con le reti elettriche esistenti, consentendo all'energia immagazzinata nella batteria del veicolo di alimentare il fabbisogno domestico o di essere reimmessa nella rete energetica in periodi di forte richiesta. La batteria del veicolo può quindi essere alimentata in periodi in cui la domanda è più bassa, nei limiti desiderati dall’utente.

Honda ha sviluppato questa tecnologia con gli specialisti di ricarica bidirezionale EVTEC. La sperimentazione continuerà fino alla futura commercializzazione, a partire dall’inizio del 2020.

Presso lo stand #honda, avverrà una dimostrazione del funzionamento del sistema di immagazzinamento intelligente dell’energia, mostrando come sia possibile conservare in modo efficiente l’energia generata da fonti rinnovabili per poi sfruttarla per l’utenza domestica o rivenderla al gestore e offrire potenziali opportunità di guadagno ai proprietari di #auto elettriche.

Basti pensare che un progetto sperimentale è stato già avviato a Londra, dove alcune unità EVTEC sono state messe a disposizione delle autorità locali. L’energia viene usata per caricare le #auto elettriche e fornire elettricità agli edifici o, all’occorrenza, rivenduta al gestore locale.

Piani di commercializzazione

A Francoforte, #honda ha confermato di voler commercializzare i primi servizi in questo ambito nel 2020, in concomitanza con il lancio della #honda e. Germania e Regno Unito saranno i Paesi apripista, a cui seguiranno altri mercati europei. 


* Durata calcolata in base all’aspetto della spia di ricarica sul cruscotto.

Ti potrebbe interessare anche