febbraio 19, 2019 - Honda Auto

Honda annuncia la ristrutturazione globale della propria produzione

19 Febbraio 2019 – in data odierna Honda ha annunciato la ristrutturazione della propria rete di produzione. Tale ristrutturazione appare necessaria a fronte della volontà di Honda di voler accelerare il proprio impegno nel settore delle autovetture elettriche, in risposta ai cambiamenti senza precedenti riscontrati nell’industria automobilistica globale. Le importanti sfide nel campo dell’elettrificazione comporteranno la necessità, per Honda, di rivalutare le proprie operazioni di produzione a livello globale, nonché di focalizzare la propria attività nelle regioni nelle quali si prevedono alti volumi di produzione.

Di conseguenza, ad oggi, Honda of UK Manufacturing Ltd. ha informato i propri dipendenti della propria intenzione di procedere alla chiusura nel 2021 dello stabilimento di produzione di autoveicoli di Swindon del Regno Unito, al termine dell’attuale ciclo di produzione. Tale stabilimento produce attualmente 150.000 auto all’anno, e impiega circa 3.500 persone. Le attività di consultazione con i dipendenti potenzialmente interessati cominceranno in data odierna.

La ristrutturazione globale coinvolgerà le operazioni del settore automobilistico di Honda in Turchia. Honda Turkiye A.S. attualmente produce 38.000 unità all’anno. La società cesserà l’attuale produzione del Modello Civic Sedan nel 2021 e intende continuare le sue operazioni di business. Honda Turkiye A.S. continuerà a mantenere un dialogo costruttivo con tutte le parti interessate durante questo periodo.

Katsushi Inoue, Chief Officer delle Operazioni Regionali Europee, Honda Motor Co., Ltd., e Presidente, Honda Motor Europa, ha dichiarato: “alla luce dei cambiamenti senza precedenti che stanno coinvolgendo il nostro settore industriale, risulta essenziale accelerare la nostra strategia di elettrificazione e di conseguenza provvedere ad una contestuale ristrutturazione delle nostre attività a livello globale. Pertanto, abbiamo dovuto prendere la difficile decisione di consultare la nostra forza-lavoro su come potremmo organizzare la nostra rete di produzione in futuro. Tutto ciò non è stato preso con leggerezza e ci rammarichiamo profondamente di quanto sarà preoccupante l’annuncio di oggi per i nostri dipendenti”.

La sede centrale di Honda continuerà ad essere stabilita nel Regno Unito. Il fine ultimo è quello di rispondere alle esigenze dei nostri consumatori siti in Europa.